domenica 27 ottobre 2013

LA NATURA DEL TERRENO
(ovvero come comportarsi nella vita)



Continuo a parlare dell'arte della Guerra di Sun Tzu perchè il successo che ha avuto il precedente articolo mi conferma quello che penso: è un libro utile, utilissimo a tutti!
Nel Capitolo XI: I NOVE TERRENI (JIUDI) vengono spiegati i vari tipi di terreno che può trovare l'esercito ovvero, le varie circostanze che l'esercito (cioè noi) si trova (ci troviamo) a fronteggiare nel corso della vita. Ovviamente stiamo parlando di un esercito deciso ad avanzare, è un manuale strategico che ha come scopo la vittoria e non l'arresto!!!!
I terreni, dice Sun Tzu, possono essere: dispersivi, poco importanti, contesi, aperti, di intersezione, impegnativi, ardui, accerchiati e...mortali (!).Oggi prendo in considerazione il terreno arduo. Perchè? Perchè mi piace tanto, lo trovo così familiare e sfido chiunque a dire il contrario. Si definisce arduo un terreno in cui l'avanzata è resa difficile da montagne, foreste, paludi, acquitrini. Quale miglior esempio a simboleggiare tutte le circostanze in cui, muniti di entusiasmo e buona volontà ci accingiamo a intraprendere un progetto e...apriti cielo! sorgono difficoltà ovunque che ci arrestano nella nostra corsa verso la realizzazione. Oppure basta anche entrare in un qualsiasi ufficio pubblico (altro che monatgne... ci troviamo di fronte l'Everest della burocrazia!!!)..cosa consiglia il nostro beneamato Sun (lo chiamo per nome in tono confidenziale) in caso ci trovassimo su un terreno arduo?
"Su un terreno arduo mi spingerò avanti"
Come dire..mai mollare! Se l'esercito si trova in mezzo a una palude, mai fermarsi! avanti e uscire dalla palude. Lo stesso vale per le montagne o le foreste, mai mai mai bloccarsi nella difficoltà, capito?
Mi rivolgo a tutti coloro che stanno affrontando un terreno arduo: non mollate mai, anche quando vi siete impantanati per bene e vi sentite il fango entrare nelle mutande: andate avanti! Fate uno sforzo e avanzate, non vorrete mica restare nella palude tutta la vita? Tanto non vi viene a salvare nessuno, dalla palude si esce con le proprie forze!



Nessun commento:

Posta un commento