giovedì 3 ottobre 2013

UN PUNTO ROSSO



"L'arte è una manifestazione di leggi segrete della natura, che senza la sua apparizione sarebbero rimaste per sempre nascoste" Goethe, Scritti scientifici
"L'artista può creare qualcosa di degno solo se gli si svelano dei segreti della natura, i quali vengono da lui incorporati nelle sue opere"
Steiner, Deutsche Nationallitterature.Vol 4
"Dopo aver letto la teoria dei colori di Goethe e Steiner sono andata in crisi." Paola Marchi.

Dopo queste due letture ho passato un periodo di grandi turbamenti(dai quali non sono uscita e probabilmente mai uscirò). Si perchè certi argomenti, una volta che li affronti non puoi più far finta di non conoscerli. Cerco di ingannarmi non pensandoci ma ogni volta che mi trovo davanti alla tela, immancabilmente, si riaffaccia alla mia mente lo spettro dei colori...lo spettro appunto...un fantasma che mi porto dietro e col quale convivo ormai da tempo. 
E' sempre un problema la scelta del colore.
Un quadro può cambiare completamente inserendo un dettaglio e chi lo osserva riceverà un'impressione completamente diversa.  Un punto di rosso in un quadro monocromo fa completamente cambiare tutto. La vista è catturata da quel minuscolo punto che diventa il protagonista del quadro. Steiner a proposito del rosso dice che è lo "splendore del vivente" è un colore che va all'esterno e si irradia. Il suo contraltare è il verde, il verde secondo Steiner è l'immagine del vivente. Quindi il rosso splende e il verde ne è l'immagine, oso dire l'essenza. Per capire questo concetto basta fissare un punto rosso in un quadro neutro. Non appena si distoglie lo sguardo appare il verde. Cos'è accaduto? E' accaduto che al posto del colore fisico si ha la percezione interiore. Si deve "uccidere" il rosso (distogliendo lo sguardo) per far comparire la sua immagine nell'interiorità, che non è più rosso ma verde. Quel verde esiste anche se non è presente fisicamente nella tela!! C'è e se io guardo il punto di rosso nella mia percezione interiore entra il verde.  
Questo concetto l'ho capito e sono entusiasta di esserci arrivata non con il ragionamento ma con un'esperienza reale! Il mio quadro si è animato grazie a quel punto di rosso e ora guardandolo sapete che nel quadro esiste anche il verde, ma su un piano più sottile o, come direbbero gli alchimisti, meno grossolano.

Nessun commento:

Posta un commento