lunedì 14 dicembre 2015

LA VERA STORIA DI BABBO NATALE



Sfatiamo subito un falso mito: Babbo Natale non ha il vestito rosso e bianco.

NO..



Quello che visualizzate voi è l'immagine pubblicitaria che il colosso Coca Cola è riuscito a inserire nel vostro immaginario. 
Sono bravi, non c'è che dire, i messaggi subliminali li sanno usare bene.

Ma io, che sono "paraculata" e anche molto ambiziosa per nascita, gira che ti rigira, son riuscita a incontrare Santa Lucia (mi piace raccontarla così anzichè dire che sono stata miracolata..il TSO è il mio fedele e indispensabile spauracchio).






Santa Lucia non è molto contenta di essere stata soppiantata dalla Coca Cola (o dalla Galbani...) e mi ha chiesto (proprio ieri che era il suo onomastico) di dire la Verità.
Ora, grandi e Piccini, mettetevi nei miei panni, e immaginate cosa avreste fatto se fosse stati al mio posto.
Da bravi grandi, "adulti", cresciuti, impegnati come siete a correre dietro alla Fretta (tanto lei è e sarà sempre più veloce di tutti, sennò non sarebbe la Fretta) probabilmente manco la avreste vista Santa Lucia, e se anche vi fosse capitato di incontrarLa, non l'avreste riconosciuta e avreste pensato di essere stanchi o stressati. E se anche aveste incontrato qualcuno che l'ha riconosciuta, non ve ne sareste accorti.
E se anche steste leggendo un articolo in cui una persona sostiene di averla incontrata, assumereste un tono di bonaria simpatia per l'artista pazzo/a, di pietosa accondiscendenza (o rabbia che nasce dalla non accettazione) per quella che nel vostro sonno chiamate la pazzia dilagante, di scherno ironico figlio del senso di inferiorità che vi hanno trasmesso in casa, tanto per fare degli esempi ma la lista sarebbe lunghissima e non voglio tediarvi con l'elenco dei motivi per cui il genere umano perde la facoltà della Visione..

..oppure potreste innamorarvi follemente della sottoscritta...in quel caso innamoratevi di Santa Lucia perchè è Lei che state amando attraverso di me (alle donne eterosessuali questo passaggio riesce più facile, nel momento in cui superano la fase competitiva da leonesse nella savana e capiscono che l'essere umano ha in sè la facoltà di evolvere e mutare la competizione nel suo opposto: la Solidarietà)




Da bravi Bambini invece,Santa Lucia l'avete incontrata chissà quante volte, ma siete rimasti vittime dell'educazione logico/cartesiana imperante..a quel punto le reazioni che avete avuto non posso immaginarle.

(penso dunque sono. Cartesio)


 Se comunque i vostri figli dovessero aver in questo periodo un'irrefrenabile voglia di scolarsi lattine di Coca Cola, magari portateli in un bosco a vedere la natura che si addormenta, l'autunno che cede il posto all'Inverno, il Ciclo che annualmente si ripete sempre uguale e sempre diverso, l'attesa per il momento in cui il vecchio cede il posto al Nuovo (il giorno è il 21 Dicembre per l'esattezza, solstizio invernale per chi se lo fosse scordato, sapete, siamo sul Pianta Terra prima che in casa, in ufficio, alla tv o a fare shopping...sono giustificati solo coloro che fanno l'Amore, ma quello vero, loro possono anche essere al supermercato, ma non conviene...siamo una società dalla denuncia facile) invece che portarli di corsa al supermercato a comprare l'intera confezione natalizia dove c'è anche la Coca Cola che...toh, guarda caso in questo periodo è in offerta speciale... .



      
                    



(Solstizio invernale VISTO da varie angolazioni)

Ora, Santa Lucia si è davvero scocciata di stare con gli occhi nel piattino ad aspettare che qualcuno li prenda e inizi a Vedere la Realtà, anche perchè i bambini sono stati abituati a inorridire di fronte all'immagine horror di una donna con gli occhi nel piatto, accenno solo per antipatia personale che in altri tempi e in altri luoghi alle donne venivano cavati davvero gli occhi (per le IMMAGINI DELLE TORTURE DELLA "SANTA" INQUISIZIONE RIMANDO ALLA VOSTRA SCELTA PERSONALE. Potete spaziare da Lorenzo Lotto allo splatter, ad Arancia Meccanica se siete cinefili o andare direttamente al museo della Tortura, ce n'è uno ogni tre km come i distributori e i tabacchini, oppure mettete inquisizione su google e vi fate una carrellata di immagini di sofferenza inaudita..insomma, vedete voi, basta che vediate nel modo giusto  :) )

Per concludere voglio lanciare anch'io un MESSAGGIO DI SPERANZA a grandi e Piccini.
E' Natale e approfitto del fatto che sono tutti più buoni...poi lo dice anche la canzone: "A NATALE PUOI"...

Il Messaggio che POSSO (lo dice la pubblicità) lanciare è questo:

BABBO NATALE ESISTE. NON HA IL VESTITO ROSSO PERCHE' NON SI VEDE, QUELLO VERO E' INVISIBILE. TUTTI I BABBI NATALI CHE SI ARRAMPICANO SUI TERRAZZI, CHE GIRANO IN COPPIA PER LE STRADE LANCIANDO CARAMELLE SCHIFOSE, QUELLI CON LA BARBA ATTACCATA AGLI OCCHIALI DALL'ELASTICO, ECCO, TUTTI QUELLI SONO FINTI. 

BAMBINI ATTENZIONE!!!!!!!!! non ci credete MAI, neanche per sbaglio, neanche per fare un favore alla mamma che ci tiene tanto che voi ci crediate. No. Quelli sono FINTI, ed è giusto che diciate ai vostri genitori che non siete scemi, che siete nati nell'epoca della computer grafica e della realtà virtuale e che credere che quello sia babbo natale è difficile perchè impossibile.

No, Babbo Natale, Santa Claus, Santa Lucia, San Nicola ecc ecc... sono tutti la stessa REALTA'. Quindi, onde evitare di rappresentarsi l'irrappresentabile, anche perchè è una contraddizione in termini, si potrebbe APRIRE ALLA MAGIA, del Natale prima e poi della Vita in generale.

"Ci son più cose in cielo e in terra, Orazio, che non sogni la tua filosofia". (Amleto: atto I, scena V)


Eugène Delacroix - Amleto e Orazio nel cimitero


Nessun commento:

Posta un commento